La lingua nello “spazio-tempo”: nomi e verbi. Riconoscimento e riflessione sull’uso delle categorie lessicali del verbo e del nome secondo alcuni criteri semantici

La lingua nello “spazio-tempo”: nomi e verbi. Riconoscimento e riflessione sull’uso delle categorie lessicali del verbo e del nome secondo alcuni criteri semantici

 
2015
 
5685
 
0
  • Argomenti: Educazione linguistica, Grammatica e riflessione sulla lingua, Italiano
  • Progetto: Lingua, letteratura e cultura in una dimensione europea - Area italiano
  • Grado scolastico: Primaria, Secondaria di I grado
  • Tipologia: Percorso didattico
  • Condizioni d'uso: Copyright © Indire
Puoi fruire la risorsa nel formato:

La lingua nello “spazio-tempo”: nomi e verbi. Riconoscimento e riflessione sull’uso delle categorie lessicali del verbo e del nome secondo alcuni criteri semantici

Il percorso proporrà la riflessione sulle nozioni di “contemporaneità, anteriorità e posteriorità” del verbo rispetto al momento dell’enunciato, per arrivare anche a una prima scoperta di alcuni usi non deittici di alcuni tempi verbali. Rifletterà anche sul diverso atteggiamento psicologico che sottende la scelta tra passato prossimo e passato remoto.

Toccando i diversi criteri di riconoscimento del nome privilegerà quello semantico, proporrà sia una gerarchia di difficoltà che possa facilitare il riconoscimento dei nomi stessi, sia delle attività specifiche finalizzate al riconoscimento da parte degli studenti dei nomi più “difficili”.

5686 1 Views Today