Solidi noti e solidi misteriosi

Solidi noti e solidi misteriosi

 
2007
 
9602
 
0
  • Argomenti: Geometria, Matematica
  • Progetto: M@t.abel
  • Grado scolastico: Secondaria di I grado
  • Tipologia: Percorso didattico
  • Condizioni d'uso: Copyright © Indire
Puoi fruire la risorsa nel formato:

Solidi noti e solidi misteriosi

Tematica affrontata: geometria.

Descrizione: l’attività stimola nei ragazzi la visione spaziale e si basa sullo sviluppo del nodo concettuale deisolidi (già noti o sconosciuti), tramite loro rappresentazioni fisiche, grafiche, mentali. Punta, quindi, allo sviluppo della visione tridimensionale che anche nei livelli scolari successivi vede spesso il sorgere di difficoltà negli studenti. L’attività si sviluppa in modo laboratoriale, favorendo un apprendimento percettivo-motorio prima che simbolico. Si basa sulla costruzione, identificazione e scoperta di alcuni solidi, connessa con la descrizione delle loro proprietà geometriche, in un percorso che, partendo da evidenze visive o da ragionamenti su oggetti non fisicamente presenti, arriva ad argomentazioni e concettualizzazioni sempre più rigorose. Fanno parte del percorso la costruzione di un tetraedro, la soluzione di una situazione problematica in cui sono coinvolte piramidi, lo studio di come sono fatti questi solidi. Come in altre attività, è fondamentale il ruolo dell’insegnante nella gestione della discussione matematica.

Grado scolastico: secondaria di primo grado – III anno.

Obiettivi dell’attività:
– visualizzare oggetti tridimensionali a partire da una rappresentazione bidimensionale e viceversa;
– rappresentare su un piano una figura solida;
– risolvere problemi usando le proprietà geometriche delle figure, ricorrendo a modelli materiali, a semplici deduzioni e ad opportuni strumenti di rappresentazione;
– giustificare in modo adeguato le enunciazioni, distinguendo fra affermazioni indotte dall’osservazione, intuite, ipotizzate e argomentate.

Tempo medio per svolgere l’attività in classe: 4 ore.

9603 1 Views Today