Sistemi viventi invisibili: piccoli organismi fuori di noi

Sistemi viventi invisibili: piccoli organismi fuori di noi

 
2012
 
1921
 
0
  • Argomenti: Scienze
  • Progetto: Educazione scientifica
  • Grado scolastico: Secondaria di I grado
  • Tipologia: Percorso didattico
  • Condizioni d'uso: Copyright © Indire
Puoi fruire la risorsa nel formato:
Sistemi viventi invisibili: piccoli organismi fuori di noi

Sistemi viventi invisibili: piccoli organismi fuori di noi

Intorno a noi vive un’enorme quantità e varietà di microrganismi. Non si vedono e non si toccano, perciò i ragazzi spesso ne ignorano o almeno ne sottovalutano la presenza ed il ruolo fondamentale nei principali processi del nostro pianeta.
Il percorso, che attraverso attività semplici ed antiche vuole rendere evidente questa presenza, ha per protagonisti alcuni alimenti con i quali siamo quotidianamente in contatto: il pane e il vino.
Il pane fatto in classe permette il primo approccio ai lieviti: la loro osservazione, il loro essere organismi viventi. Il processo di vinificazione che in genere si ha senza l’aggiunta di “nulla” all’uva schiacciata permette il passaggio allo step successivo: viviamo tra tanti invisibili microrganismi.
Il terzo step, attraverso lo studio delle muffe, preziose “alleate” in cucina e nella pattumiera, prova l’esistenza di altri microrganismi oltre i lieviti.

Grado scolastico: Secondaria di primo grado – I e II anno

Obiettivi: 
• Realizzare un percorso didattico laboratoriale con microrganismi per aiutare gli studenti a completare la costruzione del concetto di vivente.
• Individuare attività semplici ed efficaci che consentano di comprendere che i microrganismi – oltre a svolgere un ruolo fondamentale nell’equilibrio degli ecosistemi – sono determinanti nella produzione di alcuni importanti alimenti.
• Esplorare attraverso attività sperimentali un grande e importante capitolo delle bioscienze spesso trascurato, quale è quello dei microrganismi e di tutto ciò che è invisibile all’occhio umano.
• Predisporre e gestire esperienze con esseri viventi che consentano la modellizzazione di sistemi complessi.

Competenze:
• Allestire attività modulari per avviare gli studenti alla lettura della “complessità ambientale” riconoscendo nel “micro” le cause del “macro”.
• Acquisire sicurezza nell’affrontare attività di laboratorio semplici e significative.
• Partire dalle preconoscenze degli studenti per organizzare e animare situazioni di apprendimento significativo.
• Dedicare tempi ampi alla discussione, al dialogo, al confronto alla riflessione su quello che si fa.
• Documentare in modo appropriato le diverse fasi della propria ricerca.

Tempo medio per svolgere il percorso in classe: 15-20 ore

Prova di valutazione correlata:
Pasta di pane (di L. Cassata)

1922 1 Views Today