Proviamo a risparmiare… calore!

Proviamo a risparmiare… calore!

 
2012
 
2649
 
0
  • Argomenti: Scienze
  • Progetto: Educazione scientifica
  • Grado scolastico: Secondaria di I grado
  • Tipologia: Percorso didattico
  • Condizioni d'uso: Copyright © Indire
Puoi fruire la risorsa nel formato:

Proviamo a risparmiare… calore!

La risorsa propone esperienze di laboratorio facilmente realizzabili e legate al vissuto quotidiano dei ragazzi, che non siano riducibili alla sola dimostrazione di una relazione matematica enunciata dall’insegnante (come spesso avviene nei libri) ma che diventino il punto di partenza per iniziare a costruire insieme a loro alcuni importanti concetti scientifici. A partire da queste attività, si suggeriranno alcune possibili linee di discussione e alcuni tipi di rappresentazioni iconico-grafiche che costituiscono l’aspetto innovativo di questa risorsa e che potranno stimolare e facilitare la concettualizzazione del calore come modalità di trasferimento dell’energia. Si parlerà di come e in quali processi se ne produce in gran quantità (sorgenti) o di come fare per produrne il meno possibile (efficienze); si discuterà delle caratteristiche dei materiali che ne facilitano o impediscono il passaggio o ne permettono l’accumulo (calori specifici, conducibilità, capacità termica); si cercherà di metterne in evidenza l’inevitabile legame con altri “portatori” di energia e le caratteristiche di energia “degradata”.

Grado scolastico: Secondaria di I grado – III anno

Obiettivi:
• Padroneggiare il concetto di calore come modalità di trasferimento di energia e sa guardare ai processi, che coinvolgono uno o più sistemi, in termini di scambi, di accumuli e di trasferimenti di calore.
• Saper utilizzare il concetto di conservazione dell’energia ed è consapevole che, inevitabilmente, l’energia passa da forme più facilmente utilizzabili a forme meno utilizzabili.
• Essere consapevole del carattere approssimato delle misure.
• Riconoscere nelle situazioni esemplari affrontate i collegamenti con altre situazioni incontrate in contesto quotidiano.
• Comprendere che il risparmio energetico si può ottenere attraverso la riduzione degli sprechi (scambi non voluti) e/o intervenendo sul tipo di fonti energetiche usate ma che è comunque sottoposto ai vincoli e ai limiti imposti dalle caratteristiche fisiche e chimiche di ciò che si vuole scaldare, raffreddare o, più in generale, “far funzionare”.

Competenze:
• Riconoscere cause ed effetti nei fenomeni considerati.
• Identificare e usare modelli e rappresentazioni, esplicativi dei fenomeni in esame.
• Confrontare e correlare oggetti e fenomeni della realtà circostante, cogliendone somiglianze e differenze e operando classificazioni.
• Distinguere le domande alle quali si può dare una risposta attraverso un procedimento scientifico dalle altre.
• Scomporre e ricomporre la complessità dei fenomeni indagati individuando elementi, relazioni e sottosistemi.
• Ricostruire e comunicare il senso logico delle attività svolte, in coerenza con gli obiettivi proposti.
• Elaborare ipotesi sulla base dei dati raccolti e delle conoscenze personali e formulare proposte di esperimenti atti a verificarle.

Tempo medio per svolgere il percorso in classe: 30 ore

Prove di valutazione correlate:
Sole e calore
(di A. Salomone)
Una casa “verde” è possibile? (di A. Salomone)

2650 1 Views Today